Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

of

Ricotta fatta in casa Slide 1 Ricotta fatta in casa Slide 2 Ricotta fatta in casa Slide 3 Ricotta fatta in casa Slide 4 Ricotta fatta in casa Slide 5 Ricotta fatta in casa Slide 6 Ricotta fatta in casa Slide 7 Ricotta fatta in casa Slide 8 Ricotta fatta in casa Slide 9 Ricotta fatta in casa Slide 10 Ricotta fatta in casa Slide 11 Ricotta fatta in casa Slide 12 Ricotta fatta in casa Slide 13 Ricotta fatta in casa Slide 14 Ricotta fatta in casa Slide 15 Ricotta fatta in casa Slide 16 Ricotta fatta in casa Slide 17 Ricotta fatta in casa Slide 18 Ricotta fatta in casa Slide 19 Ricotta fatta in casa Slide 20 Ricotta fatta in casa Slide 21 Ricotta fatta in casa Slide 22 Ricotta fatta in casa Slide 23
Upcoming SlideShare
Fiocchi di latte e sieroinnesto
Next
Download to read offline and view in fullscreen.

0 Likes

Share

Download to read offline

Ricotta fatta in casa

Download to read offline

Cucina italiana: ricotta (formaggio) fatta in casa

  • Be the first to like this

Ricotta fatta in casa

  1. 1. Avanzamento con clic del mouse
  2. 2. Ricotta = ri-cotta, cotta due volte. Non è affatto difficile farsela da sé in casa, con il latte intero del supermercato ma, se lo trovate, verrà anche più buono dal latte fresco, crudo, che trovate al distributore.
  3. 3. La ricotta è un “sottoprodotto” del formaggio e viene ricavata dalla ri-bollitura del siero rimasto dopo la colatura del primo-sale e dall’aggiunta di un po’ di latte fresco, per aumentarne la quantità. Per ottenere la cagliatura della ricotta si può usare l’aceto (due cucchiai per ogni litro di latte e il siero), oppure il succo di un limone.
  4. 4. Anch’io avevo il siero e lo userò assieme al succo di 1 limone, un pizzico di sale marino integrale e l’aggiunta di 1 litro di latte fresco intero (del supermercato).
  5. 5. Il siero lo avevo conservato dalla precedente preparazione del primo-sale (seguirà PPS anche per le spiegazioni di questa buonissima formaggetta morbida).
  6. 6. Ecco qui il siero: con questo liquido, il sapore sarà più vicino alla ricotta di latte vaccino che troviamo dal casaro; però si può ottenere un sapore molto simile partendo dal latte fatto cagliare con il limone. Il procedimento è lo stesso, dalla bollitura del latte e siero in poi.
  7. 7. Rimetto il siero nella stessa pentola che avevo usato per il formaggio;
  8. 8. Aggiungo 1 litro di latte fresco, intero, da supermercato e faccio bollire. Attenzione: Il latte biologico preso fresco dal distributore (alla spina), va fatto bollire per sterilizzarlo, poi si lascia raffreddare a temperatura ambiente e infine, si rimette in pentola per farlo bollire ancora, proseguendo la nostra preparazione. Il latte che troviamo al supermercato invece, è pronto, perché ha già subito questo trattamento.
  9. 9. Quando il latte bolle spegniamo il fuoco. Lasciamo raffreddare un po’: ci serve che arrivi a 80/85 gradi, praticamente, quando smette di “fare fumo”. Poi aggiungiamo un cucchiaino da caffè di sale, il succo di 1 limone filtrato e mescoliamo; mettiamo il coperchio e lasciamo riposare un’oretta senza toccare più.
  10. 10. Trascorso il tempo, mettiamo un tovagliolo su un colapasta, dentro a un altro contenitore e vi trasferiamo la cagliata con un mestolo;
  11. 11. Ecco qui, che prende consistenza man mano che il siero cola.
  12. 12. Mi hanno detto che il retrogusto leggermente acidulo del limone si può eliminare mettendo, in questa fase, mezzo bicchiere di latte fresco: mi fido ed eseguo.
  13. 13. Mescolo delicatamente con un cucchiaino e lascio colare ancora finché si restringe quasi della metà.
  14. 14. Tiro su i lembi del tovagliolo e stringo un po’ per spremere il liquido.
  15. 15. Apro l’involto ma mi sembra troppo liquido per metterlo nella fascella e perciò richiudo, un po’ più stretto di prima, il tovagliolo: pago così il mio tributo all’inesperienza!
  16. 16. Fatevi regalare una “fascella” dal vostro formaggiaio, che ne butta tante, oppure comprate il primo-sale direttamente nel suo involucro e conservate per le vostre preparazioni.
  17. 17. Ci metto sopra un batticarne, che è abbastanza pesante, per favorire l’eliminazione del liquido.
  18. 18. Non siate impazienti come me: lasciate colare il liquido in modo naturale un paio d’ore o anche di più, il risultato sarà senz’altro migliore del mio!
  19. 19. Ecco come si presenta la mia ricotta casalinga: morbida, cremosa e freschissima.
  20. 20. Il temuto retrogusto acidulo scompare del tutto dopo un’oretta circa e, forse, non necessariamente per effetto di quel mezzo bicchiere di latte aggiunto; bisognerebbe provare a fare senza.
  21. 21. Ora avrebbe la consistenza giusta delle migliori ricotte, da tenere nella fascella per farla asciugare anche un po’ di più, volendo.
  22. 22. Ma per me è irresistibile così e desisto anche da ogni tentativo di aromatizzarla con spezie varie. Così al naturale, sui crakers salati, è stupenda: provare per credere!
  23. 23. Ecco cosa ho ottenuto da 2 litri di latte fresco, intero: una formaggetta Primo-sale da 150 grammi (seguirà altro PPS con tutte le foto); successiva ricotta da 250 grammi e tanta soddisfazione per aver “fatto in casa”! Realizzazione, testo e foto: zafulla1@yahoo.it

Cucina italiana: ricotta (formaggio) fatta in casa

Views

Total views

6,175

On Slideshare

0

From embeds

0

Number of embeds

115

Actions

Downloads

18

Shares

0

Comments

0

Likes

0

×