Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Upcoming SlideShare
Ricette ricche di omega 3
Ricette ricche di omega 3
Loading in …3
×
1 of 22

Gnocchi di patate

0

Share

Download to read offline

Cucina tradizionale italiana: Gnocchi d

Gnocchi di patate

  1. 1. Avanzamento con clic del mouse
  2. 2. Giovedì gnocchi: è un classico a Roma ma, ovviamente, si possono preparare in qualsiasi giorno! Quella che segue è la ricetta casalinga più antica, composta di sole patate e farina, il tutto rigorosamente impastato a mano.
  3. 3. Ingredienti per 4/5 persone: 1 chilo di patate; 300 grammi circa di farina; una presa di sale;
  4. 4. Le patate, ben lavate, andrebbero lessate intere con la buccia e pelate soltanto a cottura ultimata, ancora calde; ma “sacrificando” un po’ il sapore, se non si ha tempo, si possono sbucciare prima.
  5. 5. Le tagliamo a tocchetti, le mettiamo in una pentola, copriamo di acqua a filo, aggiungiamo una presa di sale (meglio grosso) e facciamo cuocere a fuoco medio, controllando ogni tanto.
  6. 6. I tempi di cottura variano secondo la qualità delle patate (ideali, se le trovate, quelle a pasta gialla) e il gialla fornello, ma si aggira sui 30 minuti; poi le scoliamo in un colapasta.
  7. 7. Lasciamo un po’ intiepidire, per non scottarci,
  8. 8. le passiamo al passaverdure,
  9. 9. E, infine, le allarghiamo un po’ sull’asse a perdere vapore, raffreddando, altrimenti assorbirebbero troppa farina.
  10. 10. Una volta raffreddate, ma dovremmo dire meglio, asciugate, cominciamo ad aggiungere farina;
  11. 11. Impastiamo a mano, unendo poco a poco la farina, fino ad ottenere una consistenza morbida ma compatta;
  12. 12. la quantità di farina non può essere indicata perché cambia secondo la qualità delle patate; a titolo orientativo diciamo che si aggira sui 300 grammi circa;
  13. 13. sarà poi l’esperienza e il gusto personale a farvi trovare la giusta misura che concili gusto e consistenza.
  14. 14. Raccolto “a palla” il nostro impasto, ne tagliamo una fetta e la dividiamo in tre, sull’asse di lavoro mantenuta sempre abbondantemente infarinata;
  15. 15. Da ogni pezzetto ricaviamo dei cilindretti semplicemente arrotolandoli e allargandoli con le mani infarinate, poi li tagliamo come vedete qui; proseguiamo lavorando così tutto l’impasto.
  16. 16. Ed ecco i nostri gnocchi pronti da cuocere, non devono riposare altrimenti si attaccano. La preparazione classica è terminata, ma a me piace mostrare il piatto finito, perciò passiamo sia alla cottura, che alla preparazione di un sughetto semplice e veloce, per condirli.
  17. 17. Mettiamo a fuoco vivace una pentola capiente (da 5 litri), la riempiamo fino a tre quarti di acqua e, quando bolle, saliamo e vi tuffiamo gli gnocchi tutti in una volta; mescoliamo delicatamente con un cucchiaio di legno per non farli attaccare e incoperchiamo. Saranno cotti appena verranno a galla, poi li passeremo in un colapasta e saranno subito pronti per essere conditi.
  18. 18. Passiamo ora al condimento. Suggerisco un sugo semplice e veloce che a me piace molto, al pomodoro, formaggio e basilico, che preparo come segue:
  19. 19. Metto un fondo di olio Poi unisco 500 grammi di d’oliva in una larga padella passata di pomodoro e che possa contenere tutti lascio cuocere gli gnocchi e lascio continuando a mescolare; scaldare a fuoco medio; Quando bolle, aggiungo un pizzico di sale, faccio ora, verso nel sugo gli cuocere ancora qualche gnocchi e aggiungo un minuto, assaggio e, se va “tocco personale”: 100 bene, aggiungo un rametto grammi di mozzarella a di basilico; dadini.
  20. 20. Lascio insaporire e sciogliere la mozzarella nel sugo, rimestando ancora per qualche minuto a fuoco medio, poi spengo e unisco abbondante parmigiano grattugiato.
  21. 21. Ed ecco il piatto finito, nella versione “filante”, semplice, veloce, ma anche gustosa e delicata.
  22. 22. Dalla ricetta-base e con lo stesso procedimento si può variare praticamente a volontà, sia nell’impasto che nel condimento, assecondando ogni gusto … e, ricordate, “giovedì gnocchi”! Realizzazione, fotografie e testo: zafulla1@yahoo.it

×