Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Loading in …3
×
1 of 29

More Related Content

You Might Also Like

Related Books

Free with a 30 day trial from Scribd

See all

Related Audiobooks

Free with a 30 day trial from Scribd

See all

Spaghetti Alla Pizzaiola

  1. 1. Accademia d’’o mmusc’ magna’ Spaghetti alla Pizzaiola Monsù Tina by Aflo
  2. 2. Per due persone :pomodori 500 gr,aglio due spicchi grandi origano da spiluccare al momento,due fette di carne da padella,io ho usato la locena di maiale 240gr di spaghetti olio ev di oliva sale e pepe qb
  3. 3. Mettiamo-caso anomalo per la cucina-tutti gli ingredienti in padella cominciando dalle due fette di carne
  4. 4. Il vero segreto è di usare molto aglio non premuto ma tagliato a quadratini piccolissimi incidendo lo spicchio prima in un senso,poi nell’altro e successivamente in modo trasversale ricavandone dei cubettini
  5. 5. Più o meno dovrebbero essere così
  6. 6. Le fettine appariranno quasi coperte dai cubettini di aglio
  7. 7. Aggiungiamo anche l’origano appena sgrullato
  8. 8. La preparazione comincia a notarsi
  9. 9. Aggiungiamo anche i pomodori tagliati a filetti
  10. 10. Proseguiamo fino al termine dei pomodori
  11. 11. Aggiungiamo anche un pizzico di sale,un filo di olio e.v. e accendiamo il fornello a fuoco vivo
  12. 12. Ogni tanto rigiriamo
  13. 13. Così favoriremo la cottura dei filetti di pomodoro
  14. 14. Lasciamo cuocere per una decina di minuti
  15. 15. Il pomodoro deve cuocere bene
  16. 16. Il sugo si deve restringere
  17. 17. Questo saràl’aspetto finale
  18. 18. Non appena l’acqua bolle caliamo gli spaghetti
  19. 19. A cottura quasi ultimata
  20. 20. Li trasferiamo senza colarli nella padella con il sugo ed un pochino di acqua di cottura
  21. 21. Portiamo a termine la cottura degli spaghetti
  22. 22. Riversiamo gli spaghetti nel piatto
  23. 23. Attenzione a non farli cadere fuori dal piatto
  24. 24. Il piatto ha preso forma
  25. 25. A questo punto possiamo volendo aggiungere pepe e parmigiano grattuggiato
  26. 26. Io li preferisco senza formaggio ,si avverte a mio modo di vedere il vero gusto del piatto
  27. 27. Il gusto l’olfatto e la vista sono ampiamente appagati
  28. 28. Non ci resta che augurare a tutti gli amanti dello slowfood BUONA FAME e ricordando alla bonanima di Dante di creare un girone dell’inferno per gli amanti dei macc Donald’s e altri fast food che mi fa impressione solo mensionare A proposito……
  29. 29. Ovviamente la carne specialmente accompagnata da un contorno di friarielli-non vi illudete,esistono solo in Campania-costituiscono un secondo da fare leccare i baffi ai palati più raffinati…adesso inizio a mangiare perché altrimenti si freddano.Buona fame. monsù Tina by Aflo [email_address]

×